E’ della settimana scorsa la notizia della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale di 2 nuove leggi che di fatto apportano una modifica al decreto legislativo 231/01.
Le due leggi, hanno modificato pesantemente il decreto 231/01 soprattutto nella sezione  relativa ai “reati-presupposto”, che raccoglie in un elenco i reati atti a far scattare la responsabilità amministrativa delle persone giuridiche.

Ecco di seguito le due leggi che vanno a modificare il decreto 231/10:

  1. La Legge n.68 del 22 Maggio 2015 introduce un lungo elenco di reati ambientali.
    Questi reati sono considerati dalla Legge stessa come reato-presupposto atto a far scattare la responsabilità amministrativa dell’impresa.
    N.B.: questa legge è già entrata in vigore (in data 29 maggio 2015) e non prevede un regime transitorio; dunque in caso di reato scatta automaticamente il giudizio per la responsabilità amministrativa dell’impresa.
  2. La legge n. 69 del 27 maggio 2015  (G.U. n.124 del 30-5-2015) che ha introdotto delle modifiche alle disposizioni sulla responsabilità amministrativa degli enti in relazione ai reati societari.

 


E’ consigliabile dunque che le aziende che hanno implementato il sistema 231, aggiornino tempestivamente i propri modelli organizzativi per non incorrere in sanzioni.

Se la tua azienda ha bisogno di aiuto per aggiornare il modello organizzativo contattaci all’indirizzo info@formretail.it