• le imprese in stato di liquidazione volontariafallimento, liquidazione coatta amministrativa, concordato preventivo senza continuità aziendale o altra procedura concorsuale prevista dalla legge fallimentare, dal D.Lgs. 14/2019 (Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza) o da altre leggi speciali oppure che abbiano in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni;
  • le imprese destinatarie di sanzioni interdittive di cui all’art. 9, comma 2, D.Lgs. 231/2001.
La fruizione del beneficio spettante è subordinata alla condizione del rispetto delle normative sulla sicurezza nei luoghi di lavoro applicabili in ciascun settore e al corretto adempimento degli obblighi di versamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori.

In cosa consiste il credito di imposta

Il piano di credito di imposta formazione permette alle aziende partecipanti di ottenere un credito d’imposta del 50% per le piccole imprese, del 40% per le medie imprese e del 30% per le grandi imprese.

La percentuale si riferisce alle spese relative al proprio personale dipendente coinvolto nella formazione ammissibile in merito al costo aziendale in termini di giornate o di ore formative fino ad un massimo di €300.000,00 per ogni piccola impresa beneficiaria mentre il tetto massimo per le medie e grandi imprese è di €250.000,00.

Tematiche

I corsi previsti dal “Piano Nazionale industria 4.0” sono:

  • Big data e analisi dei dati
  • Cloud e fog computing
  • Cyber security
  • Simulazione e sistemi cyber-fisici
  • Prototipazione rapida
  • Sistemi di visualizzazione, realtà virtuale e realtà aumentata
  • Robotica avanzata e collaborativa
  • Interfaccia uomo macchina
  • Manifattura additiva o stampa tridimensionale
  • Internet delle cose e delle macchine
  • Integrazione digitale dei processi aziendali
L’attività formativa:
  • deve essere destinata al personale dipendente dell’impresa beneficiaria. Per personale dipendente si intende il personale titolare di un rapporto di lavoro subordinato, anche a tempo determinato ed apprendisti.
  • deve interessare uno o più dei seguenti ambiti aziendali: vendita e marketing, informatica e tecniche di produzione.
  • può essere organizzata direttamente dall’impresa o erogata da soggetti esterni all’impresa. In quest’ultimo caso, sono ammissibili solo le attività commissionate a:- soggetti accreditati per lo svolgimento di attività di formazione finanziata presso la regione o provincia autonoma in cui l’impresa ha la sede legale o la sede operativa; – università, pubbliche o private o a strutture ad esse collegate; – soggetti accreditati presso i fondi interprofessionali; – soggetti in possesso della certificazione di qualità in base alla disciplina europea.
Le lezioni possono essere svolte in modalità e-learning ovvero on line, a condizione che le imprese adottino strumenti di controllo idonei ad assicurare, con un sufficiente grado di certezza, l’effettiva e continua partecipazione del personale impegnato nelle attività formative.

Cosa serve per fruire del credito di imposta:

  • che il corso venga svolto da un ente di formazione accreditato che produca a conclusione del corso una perizia tecnica;
  • che sia rilasciata a ciascun dipendente, con apposita dichiarazione del legale rappresentante d’impresa, l’attestazione dell’effettiva partecipazione alle attività formative agevolabili, ai fini della c. d. “portabilità” delle conoscenze e delle competenze acquisite;
  • che tutta la documentazione prodotta venga controfirmata da un revisore contabile.

Per ulteriori info scrivi a commerciale@formretail.it